BANDIERAOK - la miglior bandiera per tua barca
BANDIERAOK - la miglior bandiera per tua barca

L’Identificativo del Servizio Mobile Marittimo (Maritime Mobile Service Identity – MMSI) è un codice di 9 cifre utilizzato nel traffico radio marittimo per identificare in maniera univoca una stazione radio utilizzata su una nave, un gruppo di navi o sulla costa.
Per motivi di leggibilità normalmente viene staccato in 3 gruppi di tre cifre. Le prime 3 cifre compongono il MID (Maritime Identification Digit) ed identificano la nazionalità che nel caso dell'Italia è 247, per la Polonia è il 261. Le rimanenti 6 cifre sono assegnate dall'autorità competente. Nel caso delle stazioni costiere il MID, viene spostato dopo le prime 2 cifre, ad esempio l'MMSI della stazione di Roma Radio è 002470001.
Questo numero viene inserito nei dispositivi EPIRB e AIS, e negli apparati di ricetrasmissione VHF/HF/MF per abilitarne le funzioni di chiamata selettiva digitale (digital selective calling – DSC) che mette a disposizione quattro classi di chiamate: distress, urgency, safety, routine.
Il nome è legato al fatto che la chiamata (call) è digitale (digital) e può essere indirizzata in modo specifico (selective) ad una singola stazione ricevente.
Le chiamate eseguite utilizzando l' MMSI , essendo codificate, fanno sì che vengano eliminate la difficoltà che si hanno nella comunicazione vocale tra soggetti di lingua diversa.
L’uso di EPIRB o di AIS è consentito anche con il solo Certificato Limitato di operatore Radiotelefonista per navi (RTF) con e senza esami, in quanto il loro impiego non richiede conoscenze sul GMDSS. L'identificativo MMSI, và comunicato sempre nel corso di una chiamata di soccorso via VHF.

Chi deve essere in possesso dell'MMSI?

  • E' obbligatorio quando l'imbarcazione è soggetta al sistema GMDSS.
  • Quando l'imbarcazione utilizza dei dispositivi che hanno la necessità di trasmettere digitalmente questo identificativo.
  • Le stazioni a terra della guardia costiera.

Quali dispositivi utilizzano il codice MMSI?

  • L'EPIRB
  • Il transponder AIS
  • Il VHF con funzionalità DSC (abilitabile solo nel caso il comandante sia in possesso di uno dei seguenti certificati: GOC, ROC, LRC o SRC).
  • Un trasmettitore MF/HF dotato di DSC (normalmente presente nelle imbarcazioni soggette a GMDSS).

Tasto DSC su apparato VHF marinoDSC: cosa serve per poterlo utilizzare
Per utilizzare un apparato dotato del sistema DSC è necessario che qualcuno a bordo sia titolare di un certificato valido e riconosciuto a livello internazionale, secondo il tipo di navigazione svolta; analizziamo di seguito quanto prevede il regolamento italiano e quello polacco.

 

IN ITALIA

Settore marittimo
Per utilizzare gli apparati DSC gli operatori GMDSS devono disporre di uno dei seguenti certificati radio:

- GOC (General Operator’s Certificate): Certificato richiesto sulle imbarcazioni SOLAS per operare all'esterno dell' Area 1 del GMDSS.
- ROC (Restricted Operator’s Certificate): Certificato richiesto sulle imbarcazioni SOLAS che operano soltanto all'interno dell'Area 1 del GMDSS.
- LRC (Long Range Certificate): Certificato richiesto sulle imbarcazioni NON SOLAS che operano anche all'esterno della GMDSS Sea Area A1.
- SRC (Short Range Certificate): Certificato richiesto sulle imbarcazioni NON SOLAS che operano solo all'interno della GMDSS Sea Area A1.

Diporto
Il DSC non è ancora obbligatorio sulle unità da diporto anche se ormai tutti gli apparati Vhf fissi di nuova generazione ne possiedono le funzionalità.Volendo attivare il DSC su unità da diporto con bandiera italian, occorre richiedere l'assegnazione del relativo MMSI ed è necessario quindi acquisire il certificato SRC, il titolo più semplice da ottenere, che richiede però un esame attualmente sostenibile a Roma, presso gli uffici del Dipartimento delle Telecomunicazioni.

IN POLONIA

Se la barca viene immatricolata nel registro polacco viene rilasciato, a richiesta, un certificato internazionale che consente di utilizzare il DSC con il rilascio di un identificativo MMSI dedicato all'imbarcazione.
Non sono necessati esami
ma è sufficiente un certificato di radioelegrafista per navi, tipo quello rilasciato in Italia dagli Ispettorati territoriali del Ministero dello sviluppo economico :
https://ispettorati.mise.gov.it/index.php/ispettorati


Termininologia
  • MMSI
    codice identificativo internazionale di una imbarcazione / apparato che può essere trasmesso informa digitale attraverso il sistema DSC
  • DSC
    sistema di trasmissione dati digitale (identificativo imbarcazione, coordinate...) attraverso apparati quali Vhf, Epirb, AIS
  • GMDSS
    il Global Maritime Distress Safety System ovvero "Sistema Mondiale di Soccorso e Sicurezza in Mare" è un sistema, previsto dalla convenzione Solas del 1974 per coordinare e migliorare la gestione delle emergenze in mare.
    A questo sistema sono soggette le navi del settore mercantile, pesca e trasporto passeggeri con determinate caratteristiche e le unità da diporto iscritte ai registri internazionali

Abbiamo a cuore la tua privacy

Utilizziamo i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalitÓ indicate nella pagina privacy policy. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante ''Personalizza'' sempre raggiungibili anche attraverso la nostra cookies info. Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su ''Accetta e chiudi'' o rifiutarne l'uso facendo click su ''Continua senza accettare''